Sanità Campania, 7600 assunzioni in tre anni

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha firmato nei giorni scorsi i decreti (uno per ogni azienda sanitaria) per 7600 nuove assunzioni nel comparto Sanità nei prossimi tre anni.

Una riserva massima del 50% sarà destinata ai precari di lungo corso: “Si tratta al massimo di 1500 unità – spiega il governatore – In questo modo avremo la possibilità di dotare la Sanità campana di altri seimila operatori”.

Le nuove assunzioni andranno, quindi, a rimpiazzare il personale che va in pensione e a sostituire chi, negli anni di blocco del turn-over, ha lasciato dei vuoti e a stabilizzare l’ultima fetta di precari, i cosiddetti flessibili, rimasti al palo delle proroghe.

Tra le varie aziende sanitarie, a portarsi più avanti nel lavoro di istruttoria dei concorsi è stato il Santobono che ha già bandito due concorsi, uno per amministrativi. La ASL di Salerno ha stilato, invece, l’elenco nominativo dei precari da assorbire e la ASL Napoli 1 avviato per ora la ricognizione dei flessibili da individuare sul totale.
 
Intanto entro l’anno al Policlinico del centro storico euro l'anno aprirà i battenti per la prima volta un pronto soccorso vero medico e chirurgico con 4 posti di Osservazione grazie al nuovo personale in arrivo (372 unità nel triennio). L’emergency sarà ricavata accanto all'attuale urgenza di Ostetricia (posta di fronte agli Incurabili) e sarà dotata di una Medicina di urgenza con annessi 4 posti di Osservazione, Chirurgia di urgenza e toracica e rianimazione.

Questo sito utilizza cookie a scopi funzionali ed analitici. Possono essere presenti anche cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.