Telese Terme, scoperto falso fisioterapista

Sono all’ordine del giorno i casi di esercizio abusivo della professione.

L’ultimo riguarda un fisioterapista di Telese Terme, denunciato dai Carabinieri per esercizio abusivo della professione, falso ideologico e materiale.

Dopo aver individuato lo studio in cui il falso professionista svolgeva la propria attività, i militari hanno scoperto un fittizio attestato di abilitazione all’esercizio della professione di terapista della riabilitazione ed  un blocchetto di fatture e documentazione pubblicitaria a questi riconducibile, attestanti il carattere di continuità delle prestazioni fornite, che è stato appurato avvenisse da circa due anni.

Il triste fenomeno dell’esercizio abusivo della professione riguarda, purtroppo, tutte le professioni sanitarie. Negli scorsi giorni, infatti, dall’Asl Napoli 1 ha denunciato la presenza di centinaia di infermieri considerati abusivi in quanto non iscritti al proprio Ordine di appartenenza.

Pertanto, sulla scia di questa segnalazione, invitiamo tutti a regolarizzare il pagamento delle quote associative, elemento fondamentale – al pari del conseguimento del titolo di studio – per l’esercizio della professioni.

Si tratta di un inadempimento che può portare al licenziamento.

Analogamente anche  il nostro Ordine,  ha denunciato che risultano 10mila iscritti, ma dovrebbero essere almeno il doppio rispetto alle stime dell’Ordine nazionale.

Ad oggi, nonostante le nostre numerose segnalazioni, i controlli degli Uffici del personale delle Asl campane sono insufficienti.

L’Ordine Tsrm-Pstrp Na-Av-Bn-Ce continuerà a richiedereagli Enti preposti le verifiche necessarie affinché si proceda verso il debellamentodella piaga dell’abusivismo della professione.

Questo sito utilizza cookie a scopi funzionali ed analitici. Possono essere presenti anche cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.