Campania, la metà degli ospedali non ha l’autorizzazione

“In circa il 50% delle strutture sanitarie campane mancano i requisiti minimi strutturali, tecnologici e organizzativi necessari per assicurare qualità e sicurezza”.

È quanto sostiene ilfattoquotidiano.it in un articolo dell’11 aprile scorso.

La mancanza di requisiti va dai percorsi differenziati per materiale sporco e pulito alla zona filtro per i degenti e un’altra per il personale sanitario nelle terapie intensive; dai massimo quattro posti letto per camera di degenza e a un bagno ogni quattro malati, passando alla zona risveglio distinta da quella in cui viene addormentato il paziente nel blocco operatorio.

I presidi interessati sono gli ospedali di Castellammare di Stabia, Nola, Torre del Greco, Boscotrecase, Pollena Trocchia, Cava de’Tirreni e alcuni reparti del Rummo di Benevento.

Secondo Antonio Postiglione, direttore generale per la Tutela della Salute della Regione Campania il vero problema “è la lentezza dei finanziamenti. Stiamo aspettando che il Governo sblocchi oltre un miliardo di euro per l’edilizia sanitaria, che servono per l’adeguamento delle strutture sanitarie”.

Dal canto suo, il Ministero della Salute sostiene che “dalla Regione Campania non sono arrivati tutti i documenti necessari per completare l’iter volto all’erogazione del finanziamento”.

L’articolo completo al seguente link: https://bit.ly/2X5t5vS

Questo sito utilizza cookie a scopi funzionali ed analitici. Possono essere presenti anche cookie di profilazione di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.